DVR per una ditta individuale e autocertificazione

La Legge di Stabilità 2013, in vigore dal 1° gennaio 2013, stabilisce una proroga fino al 30 giugno 2013 per effettuare l’autocertificazione della valutazione dei rischi in aziende fino a 10 dipendenti che non presentano particolari rischi (art. 31, comma 6 del D.Lgs. 81/08).
All’autocertificazione può essere allegata una lista di controllo (check-list) che consenta al titolare di illustrare il livello di sicurezza ottenuto e mettere in evidenza possibili azioni migliorative per intervenire su eventuali aspetti critici riscontrati.

Dal 4 febbraio 2013 entrerà in vigore il Decreto interministeriale che ha recepito le procedure standardizzate approvate dalla Commissione Consultiva, pertanto, in ogni attività dovrà essere redatto il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) secondo tali disposizioni.
Rimane, tuttavia, invariato quanto viene espresso nell’articolo 28 del Testo Unico sulla sicurezza, ossia: “La scelta dei criteri di redazione del documento è rimessa al datore di lavoro, che vi provvede con criteri di semplicità, brevità e comprensibilità, in modo da garantire la completezza e l’idoneità quale strumento operativo di pianificazione degli interventi aziendali e di prevenzione”.

Il documento di valutazione dei rischi deve contenere l’analisi dei rischi presenti nell’attività lavorativa, la descrizione delle risorse impiegate (in termini di persone, mezzi e strutture a disposizione) nella gestione della sicurezza e l’indicazione delle misure di prevenzione attuate in relazione alle minacce riscontrate. Infine, il documento deve comprendere un programma di miglioramento in cui siano riportati i futuri interventi da eseguire e i corrispondenti tempi di attuazione.

Hai una ditta individuale?
Mettiti subito in regola con la sicurezza sul lavoro!
Contattaci per info e preventivi gratuiti.