La valutazione dei rischi per le imprese di pulizia

La redazione dei un documento di valutazione dei rischi per le imprese di pulizia è un aspetto sempre più importante soprattutto a seguito della crescita di imprese del settore, la normativa in merito a questa tipologia di attività lavorativa si basa principalmente su quanto definito dall’art. 7del D.Lgs. 19 settembre 1994 n. 626. Questo articolo legifera in merito agli obblighi del datore di lavoro in caso di lavori per ditte appaltatrici o lavoratori autonomi, come il caso delle ditte di pulizia o dei singoli soggetti che operano in questo settore. La redazione di un documento di valutazione dei rischi per le ditte di pulizia rientra tra gli obblighi per la prevenzione prevenzione a carico del datore di lavoro committente (art. 7 comma 3 D.Lgs. n. 626/94).

Quali sono i principali fattori di rischio per chi lavora nel campo delle pulizie?

  • Rischi di scivolamento e caduta
  • Rischi nel contatto con i prodotti chimici e gli agenti biologici
  • Rischi nell’uso delle macchine elettriche
  • Rischi relativi alla movimentazione dei carichi
  • Rischi a seguito di movimenti ripetitivi

Tutti questi potenziali fattori di rischio devono opportunemente essere riportati dal datore di lavoro nella redazione del documento di valutazione dei rischi, data la varietà e la complessità dei vari aspetti trattati è bene affidarsi a dei professionisti, soprattutto per quanto riguarda una eventuale valutazione del rischio chimico o biologico necessaria a seguito dell’uso di prodotti per le pulizie spesso molto forti e professionali.

Gli aspetti inerenti la valutazione dei rischi per gli addetti alle pulizie variano molto anche a causa della diversità del lavoro che i lavoratori possono svolgere, ma in ogni caso il datore di lavoro è obbligato alla redazione di un DVR dove indicare non solo i possibili fattori di rischio ma anche tutte le misure da adottare per ridurre tali rischi al minimo o eliminarli del tutto al fine di tutelare i lavoratori e grantire loro la sicurezza sul lavoro obbligatoria per legge.