Il DVR per i laboratori scientifici, chimici e di analisi

Il laboratorio, sia esso scientifico, chimico o di analisi, è un luogo di lavoro caratterizzato da particolari pericoli per i soggetti che vi lavorano e richiede un’accurata valutazione dei rischi che ne tuteli la sicurezza e la salute.
Il documento di valutazione dei rischi di un laboratorio deve contenere la descrizione dell’attività lavorativa attraverso la spiegazione delle singole fasi, dei processi e delle attrezzature.
I fattori di rischio per la salute dei dipendenti da valutare in questo settore sono di natura chimica, fisica e biologica.

Quanto alla prima tipologia, il rischio è determinato dall’uso di sostanze chimiche nocive o tossiche cui i dipendenti possono essere esposti per contatto, ingestione o inalazione (attraverso polveri, gas, vapori, fumi o nebbie).
Per ciò che concerne i rischi di natura fisica, essi sono rappresentati dalle condizioni del microclima nei locali e da eventuali lesioni e/o tagli nell’uso di strumenti.

Gli agenti biologici da valutare, invece, comprendono: colture cellulari, organismi e microrganismi patogeni o non ed endoparassiti umani presenti nell’ambiente a seguito di specifici trattamenti.

Gli interventi migliorativi da contemplare nel documento di valutazione dei rischi includono: corretta manutenzione del sistema di filtrazione dell’aria, aspirazioni localizzate, ricorso all’automazione (robot), controllo degli accessi e disinfezione e disinfestazione dei locali.
In merito ai dispositivi di protezione individuali, infine, è opportuno predisporre e indicare nel documento: maschere, guanti, indumenti monouso, sistemi di lavaggio e disinfezione (docce) e corrette procedure d’impiego delle apparecchiature e delle strumentazioni.


Mettiti subito in regola con la sicurezza sul lavoro!
Contattaci per info e preventivi gratuiti.