A cosa serve il DVR in odontoiatria

Il documento di valutazione dei rischi del settore dell’odontoiatria è uno strumento di prevenzione basata sull’autocontrollo e l’autovalutazione dei rischi presenti nello studio in cui si lavora.
Il documento – conosciuto anche con la sigla DVR – deve essere elaborato obbligatoriamente dal titolare dello studio odontoiatrico (identificato a tutti gli effetti come datore di lavoro), indipendentemente dal numero di occupati all’interno, e fa riferimento al disegno di legge sulla sicurezza sul lavoro (D.L.gs 19 Settembre 1994, n. 626).

Il titolare dello studio medico – attraverso l’apposito documento di valutazione dei rischi in odontoiatria – deve solo autocertificare di aver svolto la valutazione seguendo gli obblighi previsti dalla legge (dall’articolo 4, comma 11), ma è tenuto ad adottare in ogni caso le misure necessarie per l’organizzazione e la gestione dell’ambiente di lavoro. Inoltre, ha la possibilità di svolgere direttamente i compiti previsti dal servizio di prevenzione e protezione (SPP) dopo aver seguito un apposito corso formativo.
Per consentire procedure standardizzate e adempiere in modo corretto agli obblighi di legge, è stato creato un modello apposito per facilitare i titolari degli studi nella compilazione del documento.

Ma quali sono i possibili rischi nel settore odontoiatrico?

  • Rischi infortunistici: preparazione della sala, cura carie di I-IV grado, protesi fisse e mobili, chirurgia estrattiva e gengivale, sbiancamento dei denti e ablazione, ma anche l’uso di strumenti rotanti e manuali, il montaggio e lo smontaggio di strumenti rotanti, uso di aghi e strumenti taglienti e la fresatura ad alta velocità, usata per rimuovere otturazioni e corone metalliche, in grado di produrre schegge.
  • Rischio incendio: per uso di fiamme libere, errori umani, o per origine elettrica, come apparecchi, interruttori che si surriscaldano e quadri elettrici.
  • Rischio di asfissia (e ustioni), per ossido di carbonio, acido cianidrico, cloridrico e fosgene.

La tua azienda è in regola? Contatta PMI Servizi per ottenere una consulenza!