Conoscere il rischio biologico, nuovo canale tematico CONTARP INAIL

Pubblicato sul sito INAIL e curata dal servizio di consulenza CONTARP una nuova sezione del canale tematico “Conoscere il rischio” interamente dedicata al rischio biologico. Pagine utili e di facile consultazione, nelle quali ll’istituto cataloga e illustra le caratteristiche del rischio, i luogi dove questo può essere riscontrato, e le adeguate misure preventive.

Cinque le parti nelle quali la sezione è articolata e con le quali si è scelto di suddividere e catalogare gli argomenti e la loro consultazione. “Monitoraggio ambientale” “ Valutazione del rischio “Imapianti aeraulici” “Ambienti di lavoro”, “Microrganismi” “Allergeni”. Una navigazione strutturata in modo tale da permettere agli utenti una lettura che si fonda con le proprie esigenze, con i propri dubbi e le proprioe richieste. Per diffondere cultura e conoscenza ed evitare quindi che il rischio biologico venga sottovalutato o considerato confinato e appannaggio di alcune particolari tipologie di ambiente di lavoro. Al fine ultimo quindi di procedere verso una chiara e corretta valutazione e conseguente prevenzione.

“Il rischio biologico è spesso di tipo ambientale e, quindi, trasversale, presente sia in attività lavorative in cui è “tradizionalmente” riconosciuta la presenza di agenti biologici (ambienti sanitari, laboratori di diagnosi e ricerca, settore dei rifiuti, allevamenti animali …), sia in ambienti come gli uffici, le scuole, i mezzi di trasporto, i centri estetici e sportivi ecc., non esiste, pertanto, un ambiente di lavoro in cui tale rischio possa essere ignorato”. Per agente biologico quindi, come indicato dal’articolo 267 del D.lgs 81/08, si intende un rischio derivante da qualsiasi microrganismo, coltura cellulare, endoparassita umano che sia in grado di condurre infezioni e malattie, allergie e intossicazioni. Può scaturire quindi da materie prime, fluidi biologici, polvere organica, animali, insetti, sostanze vegetali, cattiva gestione degli impianti aeraulici.

Info: Rischio biologico.

Posted in: