Lavoratori di ristoranti e alberghi a rischio, rapporto Eu-Osha

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha) ha pubblicato un rapporto sulla natura dei rischi a cui sono sottoposti o potrebbero andare incontro i lavoratori di alberghi, servizi di catering e ristorazione. Tra le principali cause di disagio per il lavoratore appartenente a una di queste categorie, rientrano i turni di notte o nel fine settimana, un carico di lavoro troppo pesante e una postura eretta tenuta per periodi troppo lunghi. Oltre a questo, c’è da aggiungere che in un settore in cui c’è continuamente contatto con la clientela si rischia di subire molestie e violenze da parte dei clienti o addirittura del collega o datore di lavoro.

Il rapporto dell’Agenzia ha come obiettivo quello di individuare i principali fattori di rischio, per fornire le corrette misure per la gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori, per la prevenzione dei rischi per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e per una corretta redazione del Documento di Valutazione dei Rischi.

Secondo quanto è riportato nel rapporto, nel settore alberghiero, del catering e della ristorazione vengono impiegate quasi 8milioni di persone e il 90% delle imprese ha meno di 10 dipendenti o è a conduzione familiare. Spesso è proprio in questo ultimo fattore l’incapacità del datore di lavoro di trovare il tempo di adeguarsi a quanto previsto dalla normativa.

Altro elemento che mette a rischio la sicurezza del lavoratore è dato dal fatto che la maggior parte dei lavori ha una durata stagionale o prevede salari bassi, orari irregolari e scarse prospettive di carriera. Tra le principali cause di infortunio si riscontrano gli scivolamenti, le cadute, i tagli e le ustioni. Per quanto riguarda le malattie professionali invece si parla di problemi muscolo-scheletrici.

L’Eu-Osha raccomanda di effettuare una corretta valutazione del rischio, coinvolgere il più possibile i lavoratori, impegnare il management e realizzare partnership per creare iniziative rivolte alla sicurezza sia a livello regionale che nazionale.

Posted in: